Ricerca per C.I.

Giovedì 10 Marzo 2011 16:37

Programma di Materiali Dentari (L.M.)

Scritto da Baldoni Edoardo
Si segnala che questa materia era prevista al secondo anno del Corso di Laurea Specialistica. Attualmente è previsto al terzo anno del Corso di Laurea Magistrale.

I materiali dentari e la strumentazione hanno una grande importanza in odontoiatria, più che in altre discipline mediche; in futuro ancor più che in passato.
Questa è la prima disciplina specificamente odontoiatrica che lo studente incontra nel cursus studiorum.
Una parte del programma riguarda le nozioni base di odontotecnica.
Basi chimiche e fisiche della scienza dei materiali dentari.
Proprietà generali dei materiali di interesse dentale: biologiche, fisiche, tecnologiche, merceologiche.
Natura e caratteristiche generali dei materiali dentari.
- Metalli, leghe, fenomeni corrosivi.
- Cere
- Materiali gessosi
- Polimeri
- Materiali ceramici
- Materiali compositi
Strumentario fisso e rotante.
Materiali in odontoiatria ricostruttiva.
Materiali in odontoiatria preventiva.
Materiali in endodonzia.
Materiali in protesi dentaria.
Cenni di odontotecnica.
Materiali in ortodonzia.
Materiali in chirurgia orale e maxillo-facciale.
Materiali in parodontologia.
Materiali in implantologia.

Primari: Conoscenza delle caratteristiche peculiari e del comportamento dei materiali dentari.
Conoscenza dei principi di base riguardanti la biocompatibilità.

Principali: Gli studenti dovrebbero:
- acquisire importanti informazioni riguardo le proprietà fisiche e chimiche dei materiali dentari
- avere una buona conoscenza sulle caratteristiche tecnologiche e merceologiche dei materiali dentari e dello strumentario odontoiatrico
- acquisire le conoscenze di base riguardo l’impiego clinico dei materiali
- avere una buona conoscenza delle interazioni fra la maggior parte dei materiali dentari
- avere una buona conoscenza delle interazioni tra materiali dentari e organismo
- acquisire la capacità di valutare le performances dei materiali dentari sulla base della revisione della letteratura scientifica
Metodo di valutazione: Esame Scritto e Orale
Colloqui in itinere: SI
- Anastasia, Calderari: Materiali Dentari. A Delfino Editore. Roma.
Martedì 24 Aprile 2012 11:53

Programma di Patologia Clinica

Scritto da De Miglio Maria Rosaria
Corso di base di Patologia Clinica rivolto all’utilizzazione dei dati di laboratorio nelle pratiche odontostomatologiche e nella patologia dentale
1. Valutazione della funzionalità dell'asse ipotalamo-ipofisi-ghiandole periferiche.
2. Valutazione di laboratorio dell'omeostasi calcio-fosforo
3. Valutazione di laboratorio del diabete.
4. Valutazione di laboratorio della funzionalità epatica.
5. Valutazione di laboratorio della funzionalità renale.
6. Ematologia in laboratorio.
7. Valutazione di laboratorio della funzione emostatica
8. Marcatori molecolari di neoplasie maligne.
9. Carboidrati, lipidi e dislipoproteinemia
Primari: Fornire una base tecnica di dati da utilizzare nell’affrontare le problematiche che insorgono nel corso dell’esame clinico e che costituiscono una parte essenziale dell’insieme dei dati relativi ad un paziente.
Principali: Gli obiettivi formativi specifici del Corso di Patologia Clinica sono quelli di consentire allo studente l’acquisizione delle nozioni fondamentali per la valutazione critica e l’interpretazione dei risultati delle principali indagini diagnostiche di laboratorio, oltre alla conoscenza delle principali tecniche di diagnostica di laboratorio.
Metodo di valutazione: Esame Orale
Colloqui in itinere: NO
Widmann “Interpretazione Clinica degli Esami di Laboratorio” McGraw Hill
Giorgio Federici: Medicina di Laboratorio. Mc Graw Hill
Spandrio L. Trattato di Medicina di Laboratorio. Piccin
Balestrieri et al. Diagnostica Molecolare nella Medicina di Laboratorio. Piccin
Lunedì 11 Aprile 2011 09:17

Programma di Radiologia (L.S.)

Scritto da Meloni Giovanni B.
Si svolge nel 1° semestre del corso di laurea in Odontoiatria e protesi dentaria ed è basato sullo svolgimento di un ciclo di lezioni teoriche e teorico-pratiche il cui scopo è fornire agli studenti le nozioni necessarie per formulare una corretta diagnosi radiologica e stabilire la più idonea procedura terapeutica.
>>Basi fisiche e principi di radiobiologia e radioprotezioneRadiologia e Radioprotezione:
-Generalità sugli effetti biologici delle radiazioni ionizzanti;
-Problemi di Radioprotezione in Odontostomatologia.

>>Diagnostica generaleDiagnostica per Immagini digitale:
-Apparecchiature e principi di tecnica:
*Radiologia digitale;
*Tomografia Computerizzata; *Risonanza Magnetica; *Ecotomografia;
*Angiografia (D.S.A.).
-Sistemi di documentazione ed archiviazione delle immagini digitali.

>Diagnostica per immagini dei vari organi ed apparati. (Generalità):
-Ruolo della Diagnostica per Immagini nello studio di:
*Sistema nervoso centrale;
*Appar. Respiratorio;
*Appar. Cardio-Vascolare;
*Appar. Digerente;
*Appar.Genito-Urinario;
*Appar.Osteo-Articolare;

>Interventistica. (Generalità:
-Tecniche guida;
-Agobiopsie;
-Drenaggi percutanei.

>>Diagnostica speciale odontostomatologicaTecniche d`indagine convenzionale del sistema dentario:
-Radiografie endoorali:
*Principi generali;
*Tecnica del parallelismo;
*Tecnica tradizionale;
*Tecnica del "bite-wing";
*Tecnica occlusale
-Radiografie panoramiche:
*Radiografia panoramica endoorale (R.P.E.);
*Ortopantomografia (O.P.T.).
*DENTASCAN

>Tecniche di studio del cranio e del massiccio facciale:
-Esame radiologico standard;
-Teleradiografia per cefalometria;
-T.C..

>Tecniche di studio dell` A.T.M.:
-Tecniche convenzionali;
-T.C.;
-R.M..

>Esami contrastografici in Odontostomatologia:
-Scialografia;
-Fistolografia;
-Angiografia;
-Artrografia temporo-mandibolare;
-T.C. con m.d.c.
-R.M. con m.d.c..

>Radioanatomia odontostomatologica:
-Massiccio facciale;
-Apparato masticatorio;
-A.T.M.;
-Ghiandole salivari.

>Patologia odontostomatologica:
-Anomalie dentarie;
-Malattie acquisite dei denti;
-Malattie acquisite del parodonto;
-Cisti dei mascellari;
-Tumori odontogeni e non odontogeni;
-Pseudotumori dei mascellari;
-Malformazioni cranio-facciali;
-Lesioni traumatiche dei denti e dei mascellari;
-Patologia dell`A.T.M.;
-Patologia delle gh. salivari;
-Patologia dei seni paranasali.

>Protocolli d`indagine in patologia odontostomatologica.

>>RadioterapiaSequele della terapia radiante:
-Effetti sui denti e sulle strutture di supporto.


>>Medicina Nuclearefarmaci
-Applicazioni della Medicina Nucleare nelle alterazioni del metabolismo fosfo-calcico;
-La scintigrafia dello scheletro, midollare e delle articolazioni;
-Applicazioni della Medicina Nucleare nelle infiammazioni;
-Monitoraggio delle protesi ;
-Applicazioni della Medicina Nucleare nell’Oncologia
-Applicazioni della Medicina Nucleare nelle Urgenze.
Primari: Fornire agli studenti in modo essenziale ma efficace nozioni di carattere generale nell`ambito della Radiologia dei vari organi ed apparati, della Radiobiologia, della Radioprotezione, della Radioterapia;
e in particolare, in modo più ampio e completo, tutte le conoscenze riguardo le attuali possibilità della Diagnostica per Immagini nello studio della patologia orale e dentale.
Principali: - integrare conoscenze generali di Radiobiologia con nozioni più specifiche in tema di Radioprotezione, almeno per quanto concerne la gestione di apparecchi di pertinenza odontoiatrica;
- fornire nozioni relative ai principi costruttivi e di funzionamento delle apparecchiature di diagnostica convenzionale (Radiologia tradizionale) e speciale (Ecotomografia, D.S.A., T.C., R.M.);
- fornire nozioni generali relative alle modalità di estrazione e formazione dell`immagine;
- sviluppare, in modo essenziale, il capitolo relativo alle tecniche e metodiche di studio dei vari organi ed apparati;
- sviluppare, in modo più dettagliato, tecniche e metodiche di studio di pertinenza odontostomatologica per una corretta esecuzione delle indagini del dente e del suo apparato di sostegno, del massiccio facciale e dei seni paranasali, dell`articolazione temporo-mandibolare e delle ghiandole salivari.
- illustrare la semeiotica radiologica normale e patologica dei diversi distretti necessaria per una corretta formulazione della diagnosi
- curare la conoscenza dei diversi protocolli diagnostici per un corretto e conseguenziale impiego delle varie tecniche d`indagine secondo la logica del rapporto costo-beneficio.
- accennare, a grandi linee, i principi generali e le principali applicazioni della Medicina Nucleare, nonché le indicazioni ed i risultati della Radioterapia oncologica nell`ambito della patologia di competenza odontostomatologica.
Metodo di valutazione: Esame Orale
Colloqui in itinere: NO
*Odontoiatria Diagnostica per Immagini, Ed. Idelson-Gnocchi, Autore: A. Rotondo et al.
Lunedì 11 Aprile 2011 09:35

Programma di Anatomia Patologica (L.S.)

Scritto da Tanda Francesco
Docente prof. F. Tanda
Sede: Anatomia Patologica
Via Matteotti 58
07100 Sassari

Tel 079 228042
Fax 079 228042
email tandaf@uniss.it

Introduzione
Il corso, nella presente formulazione, è destinato agli studenti del Corso di Laurea Specialistico di Odontoiatria e Protesi Dentaria.
Il corso è tenuto nel secondo semestre del terzo anno e prevede 7 CFU.
Segue i corsi delle discipline di base e di Medicina e precede i corsi delle discipline professionalizzanti.
Le conoscenze di patologia Generale e Medicina interna sono propedeutiche per seguire proficuamente la didattica di Anatomia Patologica.

Tratta le principali malattie di diversi organi e apparati per correlare reperti patologici macroscopici e microscopici con fasi diverse della loro presentazione clinica. Particolare enfasi viene data per le neoplasie maligne della cavità orale.
Tratta inoltre di come servirsi delle competenze del patologo e della istopatologia, immmunoistochimica, microscopia elettronica e biologia molecolare per ottenere risposte per i principali problemi clinici e culturali della patologia umana sia del cavo orale sia di malattie sistemiche.
Programma di insegnamento
Parte Generale
L`esame post mortem in anatomia patologica
Cavo orale: - Anomalie congenite e acquisite, - Segni del cavo orale di patologia sistemica -
Malattie infettive della bocca. - Malattie da agenti fisici e da trauma - Malattie dermatologiche del
cavo orale: - Manifestazioni allergiche e immunologiche - Malattie del cavo orale di origine
metabolica - Lesioni del cavo orale in malattie del sangue - La carie - Malattia pulpare e periapicale
- Malattie peridontali - Complicanze delle infezioni odontogene. - Lesioni pseudotumorali del cavo
orale - Lesioni precancerose del cavo orale - Tumori del cavo orale. Salivari: - Scialoadeniti; -
Tumori e cisti delle ghiandole salivari, Mascellari:- Tumori i odontogeni e non odontogeni - Cisti
dei mascellari ; Cavità nasale: - Lesioni flogistiche -Tumori della cavità nasale e nasofaringe.
Laringe: - Lesioni flogistiche; - Tumori del laringe. Collo: Cisti del dotto tireoglosso - Cisti
branchiale - Patologia del corpo carotideo, - Linfangioma cistico
Cuore e vasi: - Pericarditi; - Cardiopatia ischemica; Cardiopatia ipertensiva - Endocarditi; -
Miocarditi; - Vasculiti; Arteriosclerosi - Aneurismi - Principali tumori dei vasi
Rene e vie urinarie - Sindrome nefritica - Sindrome nefrosica - Malattie glomerulari - Nefriti
interstiziali - Pielonefriti acuta e cronica - Patologia dei vasi renali - Insufficienza renale acuta -
Malattie tubulari - Malattie tubulo–interstiziali - Calcolosi renale - Tumori del rene e vie urinarie
Gastrointestinale - Esofagiti - Tumori esofago - Gastrite acuta e cronica - Ulcere gastriche -
Tumori dello stomaco - Malassorbimenti, - Morbo celiaco - Enteriti: M. di Crohn - Tumori
dell`intestino tenue - Disturbi vascolari del tenue - Colite ulcerosa, altre coliti, - Diverticolosi -
Polipi intestinali - Tumori del colon
Fegato, Vie biliari e Pancreas: - Epatiti virali acute e croniche - Epatiti da farmaci e tossici -
Cirrosi epatica - Tumori (cenni) – Colecistiti (cenni) - Tumori della colecisti (cenni); - Pancreatiti
(cenni) - Tumori del pancreas (cenni)
Sistema nervoso: Leptomeningite – Idrocefalo - Emorragie cerebrali - Encefaliti - Tumori
Sistema linfatico - Sindromi mieloproliferative (cenni) - Linfoadeniti - Linfomi (Hodgkin e non-
Hodgkin) - Leucemie (cenni) - Mieloma - Splenomegalie - Istiocitosi
Respiratorio - Sindrome da insufficienza respiratoria acuta - Malattia ostruttiva cronica del
polmone - Pneumoconiosi - Polmoniti alveolari e interstiziali, - Tubercolosi polmonare -
Ipertensione polmonare - Tumori del polmone
Apparato endocrino: - Tumori della corticale e midollare surrenalica (cenni) - Tiroiditi -
Ipertiroidismo e - Ipotiroidismo - Il gozzo - Tumori della tiroide - Quadri nell`iper e ipofunzione
paratiroidea (cenni)
Mammella - Tumori benigni e maligni (cenni)
Apparato genitale maschile e femminile: Tumori: cenni
Cute: Principali tumori della cute e annessi - Lesioni precancerose - Lichen planus, psoriasi
Tessuti molli: - Tumori dei tessuti molli
Patologia multisistemica: Diabete mellito, - Amiloidosi, Ipertensione
Malattie immunitarie: Lupus, - AIDS

SEDE DEL CORSO: Aula di Anatomia Patologica, 2° piano via Matteotti 58


RICEVIMENTO STUDENTI: Tutte le sere delle giornate lavorative previo appuntamento telefonico

Primari: Obiettivo primario
Conoscere i reperti principali macroscopici e microscopici sia delle malattie del cavo orale sia delle
malattie sistemiche con possibile interessamento dei pazienti odontoiatrici. Correlare i reperti
principali macroscopici e microscopici delle malattie odontoiatriche e sistemiche con le diverse fasi
cliniche delle malattie.
Principali: Saper descrivere macroscopicamente un organo affetto da patologia;
Stimolare l’esigenza di prevenzione e diagnosi precoce dei tumori del cavo orale;
Capire una diagnosi istopatologica e la sua rilevanza clinica;
Essere in grado di osservare un vetrino istopatologico;
Capire i principali reperti della patologia del cavo orale;
Capire i principali reperti istopatologici di patologia sistemica, con possibile interessamento di
paziente odontoiatrico, sotto una supervisione;
Conoscere come viene fatto un esame post mortem e capire la correlazione clinico patologica dopo
un esame post mortem.

Metodo di apprendimento / insegnamento – organizzazione del corso
Lezioni accademiche; lavoro pratico; casi centrati su problemi e programma di autoapprendimento
Il corso è organizzato in Lezioni accademiche; lavoro pratico; esercitazioni dimostrative e pratiche;
Osservazione dei reperti istopatologici di casi clinico patologici centrati su problemi pratici;
programma di autoapprendimento
- Esercitazioni dimostrative: Partecipazione ad almeno 3 casi di esame post mortem
Assistenza alla valutazione macroscopica dei pezzi chirurgici
- Esercitazioni pratiche:
Esercitazioni al microscopio: osservazione al microscopio da parte di ciascuno studente di preparati
istologici sotto guida diretta tramite proiezione video telecamera applicata al microscopio;
illustrazione di preparati con microscopio a testata multipla dei principali reperti istopatologici delle malattie sistemiche e di patologia del cavo orale
Alcune parti del programma non vengono svolte a lezione ma agli studenti viene consigliato lo
studio autonomo e a questo proposito vengono suggeriti alcuni testi. In caso lo studente incontri difficoltà può contattare il docente per superare tali problemi. Il docente dà la disponibilità per 10
mesi l’anno. Tale metodo è suggerito come modalità per sviluppare la capacità dello studente all’auto apprendimento.
Metodo di valutazione
Il metodo di valutazione si basa su una prova orale. Lo studente può discutere l’intero programma
in un singolo colloquio oppure può dividerlo in due parti uno sugli argomenti di patologia del cavo orale e l’altro sulla patologia sistemica.
La commissione di esame è formata dal docente titolare dell’insegnamento e da altri docenti per le cui discipline l’anatomia patologica è propedeutica o di cui è propedeutica.
Metodo di valutazione
Il metodo di valutazione si basa su una prova orale. Lo studente può discutere l’intero programma
in un singolo colloquio oppure può dividerlo in due parti uno sugli argomenti di patologia del cavo orale e l’altro sulla patologia sistemica.
La commissione di esame è formata dal docente titolare dell’insegnamento e da altri docenti per le cui discipline l’anatomia patologica è propedeutica o di cui è propedeutica.
Metodo di valutazione: Esame Orale
Colloqui in itinere: SI
- Kumar, Cotram, Robbins: Anatomia Patologica. 7a Edizione EMSI Roma, 2005.

- Soames JV, Southam JC: Patologia Orale. EMSI 2005

Kumar, Abbas, Fausto, Aster. Robbins and Cotram Pathological Basis of Disease, Eighth edition. Saunders Elsevier, Philadelphia, 2009

Gnepp R. Douglas. Diagnostic Surgical Pathology of the Head and neck. Second Edition, Saunders Elseviers, Philadelphia, 2009

AFIP ATLAS OF TUMOR PATHOLOGY, SERIE 4
Tumors of the salivary glands.
Ellis G L, Auclair PL.
ARP Press, Silver Spring, Maryland AFIP, Wahingngton, 2008

Nevill , Damm, Allen, Bouquot: Oral & Maxillofacial pathology,Saunders Company, Philadelphia, 1995.

Rosai J: Ackerman`s Surgical Pathology,Mosby, ninth edition, 2004
Wenig BM: Atlas of head and neck pathology. Saunders Elsevier 2008
Barnes L.: Surgical Pathology of the head and neck. Informa healthcare. New York, 2009
Martedì 15 Marzo 2011 15:09

Programma di Fisiologia (L.M.)

Scritto da Caria Marcello
Corso Integrato: Fisiologia; Insegnamento: Fisiologia

Dipartimento Neuroscienze e Scienze Materno Infantili, Sezione di Fisiologia Umana,
Viale S. Pietro 43/B - 07100 Sassari

Docente: Prof. Marcello A. Caria

Contatti:
Tel 079-228290
Fax 079-228298
e-mail: mcaria@uniss.it
Sangue
Il concetto di omeostasi delle funzioni cellulari, d’organo e d’apparato/i. Funzioni e composizione del sangue. Plasma ed ematocrito. Componente organica ed inorganica del plasma: le proteine plasmatiche: classificazione e funzioni. I lipidi plasmatici, gli elettroliti plasmatici. La componente corpuscolata del sangue e sue funzioni. Ematopoiesi ed emocateresi. La formula leucocitaria. L`emostasi. Fasi dell`emostasi. L`adesione e l`aggregazione piastrinica. Fattori della coagulazione. Teoria sequenziale della coagulazione. Vie intrinseca ed estrinseca. Azione degli anticoagulanti. Il sistema fibrinolitico. Principali test della coagulazione. Principali parametri dell’esame emocromocitometrico. Analisi e commento di un referto di analisi ematochimiche

Sistema nervoso e muscolare
Le cellule eccitabili, caratteristiche generali del neurone. Genesi del potenziale di membrana. Caratteristiche funzionali dei potenziale d`azione nella cellula nervosa, nei recettori, nella cellula muscolare striata e liscia. Modalità di propagazione del potenziale d`azione nei diversi tipi di fibre nervose. Neurogramma, leggi della conduzione e proprietà delle fibre nervose La sinapsi: struttura e funzione. Eventi bioelettrici della sinapsi. Sintesi e liberazione dei mediatori chimici. La giunzione neuromuscolare. Accoppiamento eccitazione-contrazione. Meccanica muscolare. Bioenergetica della contrazione muscolare. Fisiologia generale del muscolo liscio. Organizzazione funzionale del sistema nervoso autonomo, eventi bioelettrici nel SNA e recettori del SNA. Estesiologia: classificazione dei recettori. Sensibilità tattile, termica e dolorifica. Campi recettivi. I propriocettori muscolari, tendinei ed articolari. Trasmissione della sensibilità ai centri superiori: vie nervose e rappresentazione centrale delle sensibilità. Il midollo spinale e l`attività riflessa. Costituenti dell`arco riflesso. Riflessi incondizionati e condizionati. Vie di conduzione del midollo. Vie ascendenti e discendenti. Il cervelletto: organizzazione funzioni, il controllo cerebellare del movimento.. Postura e tono muscolare. Il movimento volontario e i programmi motori, aree motorie e premotorie.

Organi di Senso
La sensibilità acustica: l’organo del Corti, i recettori acustici, i fenomeni elettrici della coclea. Vie acustiche centrali e meccanismi di controllo efferenti. Sensibilità dell`orecchio umano, audiogramma. Il labirinto vestibolare. Vie vestibolari, nuclei vestibolari e via centrale vestibolare.. Il gusto e l`olfatto: organizzazione morfo-funzionale e fisiologia. Vie gustative. Vie olfattive.

Apparato respiratorio
Funzioni dell`apparato Respiratorio.. La meccanica respiratoria: gabbia toracica, muscoli respiratori, spazio pleurico e liquido pleurico, modificazioni della pressione intrapleurica,. Spirometria e spirogramma: grandezze respiratorie statiche e dinamiche. Cenni sui quadri spirometrici nelle patologie ostruttive e restrittive Diagramma pressione-volume, distensibilità o "compliance”. Fattori che modificano la compliance polmonare. Tensione superficiale negli alveoli, ruolo del tensioattivo e isteresi polmonare. Controllo della muscolatura bronchiale. Pneumotorace. Composizione dell’aria inspirata, espirata ed alveolare. Barriera aria-sangue e scambi gassosi alveolari. Diffusione. Rapporto ventilazione/perfusione. Scambi gassosi tessutali. Consumo di ossigeno e produzione di anidride carbonica. Curve di dissociazione dell`ossiemoglobina adulta e fetale. Curva di dissociazione della mioglobina. Fattori che influenzano la curva di dissociazione della ossiemoglobina. Ossido di carbonio ed emoglobina. Trasporto della CO2. Curva di dissociazione dell`anidride carbonica. Cenni sulla regolazione nervosa e chimica del respiro.

Apparato digerente
Organizzazione morfo-funzionale del canale alimentare. La saliva. Funzioni dello stomaco. Il succo gastrico, costituenti organici ed inorganici. Barriera mucoso-gastrica. Controllo della secrezione gastrica. Andamento della secrezione gastrica da pasto. Digestione gastrica. Assorbimento gastrico. Motilità gastrica. Il succo pancreatico. Regolazione della secrezione pancreatica esocrina. Composizione e secrezione della bile. Azione della bile nell`assorbimento intestinale dei lipidi. Regolazione della secrezione biliare. Funzione digestiva ed assorbente dell`intestino tenue. I movimenti intestinali. Digestione ed assorbimento dei glicidi, dei protidi e dei lipidi. Le funzioni dell`intestino crasso.

Emuntorio renale
Compartimenti liquidi dell`organismo, composizione dei liquidi intra ed extracellulare. Relazioni dinamiche fra compartimenti liquidi corporei. Meccanismi di controllo della composizione del LEC. Funzioni del rene nel controllo del liquido extracellulare. Organizzazione funzionale del nefrone, meccanismi e fattori fisici della filtrazione glomerulare. Deterninazione della VFG, concetto di clearance renale. Riassorbimento tubulare: passivo ed attivo. Concetto di Tm, riassorbimento del glucosio, dei fosfati, del calcio e degli aminoacidi. Diuresi ed antidiuresi, riassorbimento di acqua. Gli ormoni vasopressina ed aldosterone: effetti sulla funzionalità renale. Controllo renale del pH ematico, meccanismi di secrezione di H+ e di bicarbonato. Sistema renina-angiotensina-aldosterone. Produzione e composizione dell`urina. Caratteristiche funzionali della vescica. Innervazione della vescica e degli sfinteri. Controllo della minzione.
Apparato cardiocircolatorio
I distretti circolatori. Il cuore come pompa. Il miocardio specifico ed il miocardio comune. Proprietà funzionali del tessuto cardiaco: ritmicità, eccitabilità, conducibilità e contrattilità. Caratteristiche dei potenziali di azione delle cellule nodali e del miocardio comune: fasi e conduttanze ioniche. Propagazione dell`impulso negli atri e nei ventricoli. L’elettrocardiogramma ed il significato dei potenziali elettrici dell`ECG (teoria vettoriale di propagazione dell’impulso). Derivazioni bipolari e unipolari. La meccanica cardiaca: modalità di contrazione dei ventricoli e le fasi della meccanica carsiaca. I toni cardiaci. Effetti del ciclo cardiaco sui vasi arteriosi. Il polso arterioso ed il polso venoso. Caratteri del polso arterioso. Cenni d emodinamica: legge di Hegen-Poiselle. Flusso e resistenze. La pressione arteriosa e fattori che determinano la pressione arteriosa. Misurazione della pressione arteriosa. Determinazione della gettata cardiaca: principio di Fick. Condizioni che modificano il ritorno venoso al cuore. Distribuzione della gettata cardiaca in condizioni basali e durante l`esercizio fisico. Innervazione ortosimpatica e parasimpatica: distribuzione nei tessuti cardiaci e controllo nervoso dell’attività cardiaca. Il riflesso barocettivo. La circolazione coronaria. Caratteri funzionali del circolo sistemico e tipi di vasi. Proprietà e caratteri del sistema arterioso. Caratteri del circolo capillare e leggi che regolano gli scambi capillari. Cenni sulla funzione e caratteristiche del circolo linfatico

Metabolismo e nutrizione
Bilancio energetico e materiale. Calorimetria diretta ed indiretta. Valore calorico degli alimenti. Determinazione del quoziente respiratorio e del metabolismo basale. Metabolismo energetico di attività. Composizione della dieta e bisogno calorico giornaliero. Termoregolazione e produzione di calore nell`uomo. Funzione della cute nei meccanismi coinvolti nell`omeostasi calorica. L` ipotalamo quale centro deputato al controllo della temperatura corporea: riflessi nervosi e meccanismi di controllo endocrini.

Sistema endocrino
Sistemi di controllo della funzione corporea: il sistema neuroendocrino. Gli ormoni locali e sistemici quali messaggeri di informazioni. Origine delle ghiandole a secrezione interna e classificazione degli ormoni. I recettori ormonali: localizzazione e meccanismo di azione degli ormoni. I secondi messaggeri. Influenze reciproche dei sistemi nervoso e endocrino sul controllo delle funzioni corporee. Asse ipotalamo ipofisario. Ormoni regolatori ipotalamici liberanti o inibenti. L’ormone somatotropo: effetti sull’accrescimento e sul metabolismo. Gli ormoni tiroidei: funzioni, controllo della secrezione e asse ipotamo-ipofisi-tiroide. La midollare del surrene: azione delle catecolamine. Controllo della secrezione di catecolamine. Gli ormoni glucocorticoidi, mineral corticoidi e androgeni prodotti dalla corteccia surrenale. Azione dell`aldosterone nel controllo dell`omeostasi idrico-salina. Il pancreas endocrino: tipi di cellule e ormoni secreti. Azioni della insulina e del glucagone pancreatico sulle cellule bersaglio. Funzioni del calcio e sua omeostasi
Parte speciale: Fisiologia dell’Apparato Stomatognatico

Sensibilità del territorio oro-facciale distribuzione dei recettori tattili, termici e dolorifici. Vie e centri nervosi della sensibilità trigeminale. Il complesso nucleare del trigemino. Organizzazione somatotopica dei nuclei trigeminali e proiezioni ascendenti. Vie trigemino-talamiche e proiezioni talamo-corticali. Rappresentazione talamica e corticale del territorio orofacciale. I campi recettivi della via somatosensitiva trigeminale. Innervazione sensitiva intradentale: organizzazione e sensibilità della polpa. Risposte dei recettori intradentali agli stimoli naturali: ipotesi sui meccanismi di trasduzione. Il dolore trigeminale. Classificazione e distribuzione dei nocicettori trigeminali. Caratteristiche funzionali del nucleo caudale e vie del dolore trigeminale. Il dolore riferito. Meccanismi endogeni di controllo del dolore. Proprietà funzionale dei muscoli masticatori. Movimenti della mandibola nella masticazione. Propriocettori dei muscoli masticatori ed organizzazione del nucleo mesencefalico del trigemino: specificità funzionale. Eccitazione ed inibizione riflessa dei motoneuroni del muscoli masticatori. Riflessi di apertura e di chiusura della mandibola: circuiti neuronali. Il riflesso periodonto-masseterino: ruolo dei meccanocettori periodontali. Controllo centrale della masticazione: ruolo della corteccia e del generatore sottocorticale. Meccanismi neurofisiologici del controllo centrale e riflesso della masticazione. Ruolo delle afferenze propriocettive ed esterocettive sul riflesso della masticazione. Genesi dei riflessi da carico e da scarico dei muscoli masticatori. La deglutizione.
Primari: Non presenti
Principali: Obiettivi principali del corso sono l`acquisizione da parte degli studenti delle conoscenze fondamentali sui meccansmi di funzionmamento, in condizioni di normalità, degli organi ed apparati costituenti l`organismo umano e delle relative funzioni integrate.

Propedeuticità fondamentali richieste: Insegnamenti di Fisica; Chimica/Biochimica; Istologia/Anatomia

In particolare il corso è finalizzato alla acquisizione delle nozioni fondamentali sulla fisiologia dei seguenti argomenti:

- Composizione e funzione del sangue
- Fisiologia generale dei tessuti eccitabili:
- Fisiologia del SNC e del SNA
- Fisiologia del Muscolo scheletrico, liscio, cardiaco
- Fisiologia dell’apparato cardiocircolatorio
- “ “ digerente
- “ “ respiratorio
- Principali nozioni sulla Fisiologia dell’emuntorio renale
- Principali nozioni sulla Fisiologia del sistema endocrino

- Fisiologia dell’apparato stomatognatico
Metodo di valutazione: Esame Orale
Colloqui in itinere: NO
Silverthorn. Fisiologia Umana, Editrice Ambrosiana
Testi consigliati
Rindi e Manni : Fisiologia Umana, vol. I e 11, editrice UTET
Manzoni T. Fisiologia dell`Apparato Stomatognatico, editrice USES
David B. Ferguson, Biologia del Cavo Orale, editrice Ambrosiana
Bradley R. Fisiologia Orale, editrice Piccin
W.D. McArdle et al. Fisiologia Applcata allo Sport, editrice Ambrosiana
Patton, Fuxchs et al. : Trattato di Fisiologia, vol. I e 11, editrice Ambrosiana
Schmidt e Thews : Fisiologia Umana, editrice Idelson Liviana.
Kandell E. R, Shwartz H.J., Jessel T.M., Principi di Neuroscienze, editrice Appleton & Lange
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 2